VIVERE INSIEME
Home - Contatti -Articoli
centrale google medio

LO SAPEVATE??

Il Duomo di Torino, bell’esempio del primo Rinascimento toscano in quanto progettato da Amedeo di Settignano (noto come Meo del Caprina), fu terminato nel 1497; non grande per essere un duomo, d’altra parte in quell’epoca Torino contava solo fra i 5 e i 10mila abitanti, la sua facciata è a frontone triangolare, aggraziata da due volute laterali; un po’ come quelle volute da Leon Battista Alberti nella facciata di Santa Maria Novella a Firenze. La scritta sulle porte è semplicemente la dedica al cardinale che, a proprie spese, volle la costruzione della chiesa “DO.RUVERE.CAR.S.CLE.”cioè “Domenico della Rovere, Cardinale di San Clemente” dei signori di Vinovo.
Quel triangolo compreso fra la Dora Riparia e il Po, che si restringe alla loro confluenza, è il Borgo Vanchiglia, in piemontese “Borgh del fum”. Era così chiamato sia perché le giornate di nebbia erano particolarmente numerose data la vicinanza dei due fiumi, sia, soprattutto, perché in quella zona grosso modo compresa fra corso Tortona e piazza Toti fra la fine dell’800 e i primi anni del ‘900 si erano stabilite molte fabbriche, opifici, fonderie (con le loro ciminiere). Quelli che oggi definiamo “imprenditori” allora venivano chiamati “padroni del vapore”, mica per niente !!


160x600
728/90
copyright Anothen